Il significato ed il ruolo dell’acqua

L’acqua, che l’uomo con ammirazione raccoglie e con cui si nutre dai tempi antichi, è, a differenza di altri fenomeni naturali, inseparabile da lui stesso.
Tra i vari elementi che circondano l’uomo sulla Terra, l’acqua è quasi ovunque – come perfetta, fruttuosa, unica.

Molto probabilmente da qui anche il suo simbolismo spirituale come fonte di vita, mezzo di purificazione e risorsa di rinnovamento.
L’incredibile vita dell’acqua non è mai persa dalla superficie terrestre. Questo movimento continuo dell’acqua con le sue tre facce (dallo stato gassoso come vapore, a liquido e solido sotto forma di neve e ghiaccio) gli da la sua vitalità.

L’acqua è un prerequisito di vita, cultura e potere economico. Ciò è meglio provato dalla nascita di antiche civiltà alle foci del fiume.

La vita accanto all’acqua e con l’acqua è fonte d’ispirazione della gente comune, dei viaggiatori, dei poeti. Tutti nei loro incontri sulle fonti, alle sorgenti del deserto, hanno le esperienze dei luoghi di vita, luoghi d’incontro, d’amore, del centro di pace e luce.

Tutta la vita sulla Terra, in sostanza, è nata dall’acqua.

L’acqua è la componente più grande e più importante del nostro corpo. Il nostro corpo per tutto il tempo ha 55-75% di acqua.

Perché abbiamo bisogno di acqua ogni giorno?

Perché l’acqua:

  • aiuta la digestione e l’assorbimento ed elimina il cibo che mangiamo,
  • aiuta a mettere via gli scarti dall’intestino (100/200 ml d’acqua rilasciamo tramite l’intestino) e rene (perdita giornaliera d’acqua con le urine è da 1 a 1,5 l),
  • regola la temperatura corporea 24 ore al giorno (con la traspirazione attraverso la pelle perdiamo mezzo litro d’acqua, mentre con la respirazione 400 a 500 ml) – durante le temperature più elevate l’acqua raffredda il corpo con il processo di sudorazione, ma ad una temperatura inferiore nell’ambiente agisce come un isolante,
  • circonda le nostre articolazioni e le nostre membrane per garantire un’adeguata resistenza, flessibilità ed elasticità del tessuto,
  • il sangue, che come sistema di trasporto nella distribuzione costante di sostanze nutritive in tutto il corpo, ha in circa il 92 percento d’acqua,
  • i fluidi corporei ed i succhi digestivi sono fatti quasi completamente d’acqua.

Per queste importanti funzioni, la quantità d’acqua giornaliera ottimale per una persona fisicamente attiva è di 2 litri. Nei mesi invernali significa circa 8 bicchieri d’acqua al giorno e di più in estate o se la persona è fisicamente attiva.

Con l’aumentare del peso corporeo aumenta la quantità d’acqua necessaria necessaria al corpo. L’acqua dovrebbe essere usata prima della comparsa della sete, che è già una forma lieve di disidratazione. È ottimale tenere una bottiglia d’acqua a portata di mano, stimolando così il consumo riflessivo dell’acqua.

Di norma, l’acqua viene consumata uniformemente durante il giorno e tra i pasti. Il consumo d’acqua con il cibo diluisce i succhi gastrici, che possono influenzare la digestione o causare una sensazione di flatulenza e peso nell’area gastrica. L’acqua è consigliata prima dei pasti o un’ora dopo i pasti. Soprattutto, non dimenticate di bere l’acqua tra i pasti, ma anche un bicchiere d’acqua al mattino e un bicchiere d’acqua prima d’andare a dormire.

DUNQUE, L’ACQUA È UN FATTORE IMPORTANTE DELLA RESPIRAZIONE (TRASPORTO DI OSSIGENO NELLE CELLULE), DELLA DIGESTIONE (ASSORBIMENTO DEI NUTRIENTI), DEL METABOLISMO CELLULARE E DELLA DISINTOSSICAZIONE DEL CORPO (ELIMINAZIONE DEI PRODOTTI SCARTI DEL CAMBIAMENTO DELLA SOSTANZA).

I fatti sull’acqua

  • Il 75% delle persone è cronicamente disidratato.
  • Al 37% delle persone, il meccanismo della sete è così indebolito da essere spesso sostituito da un meccanismo di fame.
  • Un bicchiere d’acqua ha bloccato gli attacchi di fame a mezzanotte a quasi il 100% delle persona a dieta che hanno partecipato a uno studio americano.
  • La mancanza d’acqua è la causa numero 1 di stanchezza giornaliera.
  • Usando da 8 a 10 bicchieri d’acqua al giorno si diminuisce fino all’80% il mal di schiena e di polso.
  • Bevendo quotidianamente 5 bicchieri d’acqua, il rischio di carcinoma del colon-retto diminuisce il 45%, il cancro al seno il 79% ed il cancro alla vescica il 50%.

I sintomi più comuni di disidratazione

  • Mal di testa – La funzione più importante dell’acqua è di lavare le tossine dal corpo. Il nostro cervello è fatto da 75% d’ acqua e anche la minima disidratazione può causare mal di testa.
  • Scarsa concentrazione/affaticamento – se il corpo viene toccato dalle tossine e non ha abbastanza acqua per lavarle, viene prodotta una mancanza d’energia perché il corpo sta combattendo con le tossine.
  • La secrezione ridotta di urina – disidratazione rallenta il processo d’eliminazione e di secrezione dell’urina, i prodotti di scarto si concentrano e producono un’urina più scura.
  • La lingua diventa bianca se non c’è abbastanza liquido per lavarsi la bocca ed in questo modo diventa secca.
  • Con la forte disidratazione aumentano i crampi muscolari, la pelle perde elasticità, c’è l’infiammazione degli occhi e la pelle scura intorno e sotto gli occhi come forti segni di disidratazione.

L’organismo riconosce solo l’acqua come un liquido. L’acqua è la migliore fonte di fluidi, la più accessibile ed economica.

L’acqua promuove tutte le funzioni vitali nel corpo. Più acqua beviamo, più lento è l’invecchiamento.

L’ACQUA È LA POTENZA VIVENTE DEL NOSTRO CORPO, E PER QUESTO È NECESSARIO CONSUMARLA COSTANTEMENTE!

Marijana Rajčević Kazalac,
dipl. psicologo – professore